Comics, Movie

La magia succede “in mezzo”

Leggendo su il Post l’articolo su come si fa un film d’animazione mi sono imbattuto in questa citazione:

[…] what happens between each frame is much more important than what exists on each frame; animation is therefore the art of manipulating the invisible interstices that lie between the frames.

Norman McLaren

che mi ha ricordato il fenomeno della closure nei fumetti citata da Scott McCloud e che ha la sua origine nel modo in cui il nostro cervello percepisce la realtà, collegando cose sconnesse o scovando pattern riconoscibili (Gestalt).

Standard
Comix

Una storia senza né capo né coda

Pare che abbiano scritto una storia per Silver Surfer in cui è possibile avere una esperienza di lettura non propriamente lineare…

Silver Surfer board

Posto che trovo la cosa geniale, a memoria non saprei dire se sia mai stata tentata una cosa simile sul cartaceo (Chris Ware e soci a parte), mentre  sappiamo tutti che online la lettura può seguire percorsi diversi che sulla carta, gli unici appunti che faccio sono:

  • sul nome del nastro che deriva da August Ferdinand Möbius, e non Moebius come il fumettista, come si ostinano a scrivere per un probabile cortocircuito di somiglianza sonora
  • e a voler proprio essere pignoli sulla cover qui sotto il nastro non si “avvoltola” come quello da cui vorrebbe prendere spunto (seguendo l’esterno, si resta sempre all’esterno, mentre nel famoso nastro di Möbius citato non esiste un dentro ed un fuori, ma il fuori diventa il dentro a seconda di come lo si guarda).

Silver Surfer cover

Standard
Comics

Ricominciamo

Tornato dalle vacanze un po’ stanco causa assurda influenza e lavori a casa, ho però avuto modo di rileggere con comodo Understanding Comics di Scott McCloud.

l'autore in fumetteria che firma le sue opere

Ricordo che già alla prima lettura, qualche anno fa, avevo avuto un bel po’ di spunti riflessivi: oggi non voglio perdere questa occasione per segnare le cose che mi son venute in mente e proporvele un po’ alla volta durante questo settembre…

La miglior cosa sarebbe scrivere gli avvenimenti giorno per giorno. Tenere un diario per vederci chiaro. Non lasciar sfuggire le sfumature, i piccoli fatti anche se non sembrano avere alcuna importanza, e soprattutto classificarli.

La nausea, Jean-Paul Sartre

Bentornati!

Standard
Comics, Fumetti

Understanding Comics

terzo-occhio

Strepitoso video di Scott McCloud su TED che spiega “alla sua maniera” l’evoluzione del fumetto dagli albori al digitale: tecniche, possibilità, evoluzioni futuristiche e molto altro ancora!

Mi è piaciuta molto la parte sul fumetto digitale (non solo questa, ma è l’unica che riesco a riproporvi velocemente), il quale non ha più una sua pagina fisica, ma è visto attraverso una “finestra”; anche se lo schermo conserva alcune delle “limitazioni” tipiche del foglio di carta.

finestra-fumetto

Molteplici assi, direzioni e versi di lettura; ad un cambiamento nella storia può corrispondere una diversa disposizione delle vignette; la struttura tipica a “sentieri che si biforcano” (perdonatemi Wikipedia, ma non trovo l’ottimo articolo su IL magazine di ottobre del Sole24Ore) richiama molto la costruzione dei libri game; ma questa disposizione può anche essere una forma narrativa alternativa al racconto in parallelo.
Per non parlare della possibilità di addentrarsi in una storia tridimensionale

Basta, la smetto per non guastarvi ulteriormente lo spettacolo di sentire un fumettista parlare del lavoro che ama!

Standard