Altro

Anno II, #5

Piccolo compendio per affrontare bene il fine settimana.
Questo giro ce ne sono parecchie, e altre non le ho ancora finite neppure io…

  • Tu che stai leggendo queste righe, ti piacciono le rughe o le occhiaie? Ti piace sentirti dire che sei una persona normale come tutti gli altri? Insomma la verità o l’onestà verso di te e il tuo aspetto sono per te importanti? Oppure come nella maggioranza dei casi preferisci sentirti dire qualche pietosa bugia?
    Elogio della falsità di Roldano De Persio: cose già dette e già sentite, ma ancora non abbastanza.
  • […] voi avevate un budget spropositato e seimila navi ricolme di uomini pesce, bastava farli combattere, bastava farli correre, bastava farli AGITARE I PUGNI, bastava una cosa QUALSIASI che non fosse questa inspiegabile puttanata.
    Mi perdonerete questa citazione de il cazzo
  • La ragione principale della mia delusione è che non si costruisce un giornale partendo dalla base teorica che la tecnica sia più importante del contenuto. E qui invece lo si è fatto.
    Il solito, stesso, medesimo errore di sempre (la qual cosa vale anche per il design).
  • Me ne sto convincendo addirittura io, che sono di legno: la vignetta quadrata ammazza le scene d’azione.
    Da Square kills your soul di Emi
  • Questo articolo ha guidato per giorni la classifica [del NYT sulla “Singolarità” n.d.a.] e solo oggi è  passato al secondo posto.
    «In favore di cosa?» chiederete voi: “Intanto che gli uomini si ribellano, i gatti del Cairo vengono dimenticati” (come non dimenticare invece il Meeting del Cairo).

Letture della settimana

Digressione
Altro

Letture della settimana #13

Piccolo compendio per affrontare bene il fine settimana.

  • “Simili anomalie [~scientifiche n.d.a.] dimostrano la precarietà dell’empirismo” […] il problema è che “ci ricordano quanto sia difficile provare qualcosa. Ci piace far finta che i nostri esperimenti definiscano per noi la verità, ma spesso non è così. Perché il fatto che un’idea sia vera non significa che possa essere provata. E che un’idea possa essere provata, non significa che essa sia vera. Una volta fatti gli esperimenti, noi dobbiamo ancora scegliere a cosa credere”
    Tratto dall’editoriale Obama e la verità di Lorenzo Albacete su Il sussidiario.
  • Every Vogue cover piled one on top of the other forms the Virgin Mary
    In questo esperimento –che io interpreto per quanto interessa al mio lavoro– Vogue Italia appare essere il più visivamente incasinato: non si riconosce nessuna forma predominante, anzi pare essere proprio quello più brutto a causa del patchwork tipico dei magazine di moda da 4 soldi…
  • Non mi rimane da capire se hanno previsto anche le composizioni dei tre titoli.
    Volete scoprire qualcosa di nuovo su uno dei più storici fumetti italiani? Ecco qui, grazie Diegozilla!
  • Siamo un popolo retrogrado che ha bisogno che Internet arrivi in TV per farsi conoscere meglio, in una società in cui solo ciò che passa per il cavo catodico di una volta risulta degno di attenzione.
    Pamela Ferrara ironizza sulla pubblicità di Google
  • Vi siete mai chiesti se l’icona del Finder fosse mai stata ispirata da qualcosa?
    Mha, chissà…
  • 1 minuto, niente parole, solo musica e 14 attori in performance @ NYT
  • I was propelled to start searching for the file name, img_0309, on various search engines and photography websites.
    IMG_1309 è un esperimento interessante anche se abbastanza inutile.
  • “A Natale tutti sono buoni” – disse la mendicante allungando la mano. “Per fortuna” – rispose l’uomo e tirò dritto, pensando che sarebbe stato il colmo per un ladro fare l’elemosina.
    Un racconto di Natale in ritardo di Alessandro D’Avenia.
Standard
Altro

Letture della settimana #1

La mancanza del portatile, rotto ormai mesi fa, fa sì che abbia poche e rare occasioni di scrittura, pertanto gli spunti riferiti a “Understanding comics” dovranno aspettare. Inoltre avrei voluto lasciare un po’ più di spazio tra questo articolo e il precedente numero zero, ma le contingente lo hanno evidentemente impedito…

Standard