Games

Desideravi tanto Portal per iPhone?

Gioco gratuito del mese di IGN, ENIGMA è il primo, vero erede di Portal per dispositivi mobile di cui ne replica le dinamiche e le atmosfere. Qui al posto dei portali ci sono salti nel tempo e poteri telecinetici, ma per il resto è praticamente un (bel) clone.

Standard
Apple

iOS App Switcher

Mi son sempre piaciuti i pannelli a scorrimento verticale dall’alto e dal basso: utili, facilmente accessibili, sempre a portata di dito… mentre non sono mai stato un fan del “cerca” a sinistra della home nell’iPhone e mi ero rallegrato quando lo avevano rimosso (era rimasto solo scorrendo verso il basso in qualsiasi pagina, raramente l’ho usato).
Da poco hanno reintrodotto tale ricerca, ma ho notato come sarebbe estremamente più comodo sfruttare quella gesture –slide da sinistra a destra– normalmente abbinata al comando “indietro”, magari in abbinata al Force Touch, per accedere all’App Switcher… forse un indizio di una futura eliminazione del tasto home?

App Switcher & Multitasking

Standard
iPhone

Come spostare i contatti dell’iPhone da un gruppo all’altro

Per come ho configurato il cellulare, tengo tutti i contatti sincronizzati tramite Google in modo da poterli facilmente spostare da un telefono all’altro in futuro. Purtroppo però, immagino a causa di un aggiornamento di iOS, l’account di default per i nuovi contatti è stato ripristinato “su iPhone”, quindi ieri sera ho avuto la necessità di spostare un centinaio di contatti del telefono da un gruppo all’altro.

Anzitutto, per prevenire futuri inconvenienti, è opportuno resettare correttamente le preferenze in Impostazioni → Posta, Contatti, Calendari → Account di default (scorrere in basso fino a “Contatti”) scegliendo “Google Contacts”.

Fatto questo, ci sono parecchie app che fanno esattamente al caso nostro, ma la migliore che ho trovato finora è Contact Mover & Account Sync, che ha il pregio di non chiedere i tuoi dati di accesso, facendo tutto il lavoro direttamente sul telefono, mentre le altre che ho provato chiedono sempre l’accesso a big G per sincronizzare.

È gratuita e l’unico inconveniente è che muove pochi contatti per volta (la soluzione completa per pochi spicci con acquisto in-app), ma se uno non ha grosse esigenze e qualche minuto a disposizione, installandola più volte è possibile evitare l’obolo…

Standard
Apple

3D Touch for everyone

Mi rendo conto che il 3D Touch è molto di più di quello che sembrerebbe a prima vista, perché coinvolge software e hardware in maniera profondamente collegata, ma mi chiedo se non sia almeno possibile sostituire “l’interazione” long-press delle icone (quella che fa “ballare” le icone prima di cancellarle) con qualcosa di più utile e completo…

I know that the 3D Touch is much more than it seems, but it would be interesting to long-press (and not “hard press”, only for backwards compatibility) on the app icon to get the options for that app, even to delete it.

Standard
Apple

Crescita arrestata

A proposito della stagnazione nella diffusione di iOS 8 tutti hanno già detto una marea di parole, hanno citato i soliti nomi noti, e i vari siti e social hanno già divulgato ampiamente la notizia: pare che il colpevole sia la dimensione dell’aggiornamento OTA…

Personalmente però credo manchi un dettaglio non trascurabile, ovvero la quantità di dispositivi datati in circolazione1. Per quel che ho potuto leggere, tutti parlano solo del sistema operativo, dimenticandosi che Apple –al contrario della concorrenza– è famosa per la sua capacità di non far perdere valore ai sui gingilli nel tempo, garantendo una abbondante retrocompatibilità2. Quindi servirebbe una media pesata che tenga conto non solo del sistema operativo, ma anche del dispositivo.

Ad esempio io ho un iPhone 4 del 2010 su cui non si può installare l’ultimo sistema operativo. Ha il vetro posteriore rotto per colpa di un’ape e la batteria, benché non sia mai stata sostituita, dura ancora tutto il giorno3. Ma vi rendete conto che il mio telefono ha 4 anni e, a parte l’ovvia lentezza se paragonato ai fiammanti nuovi modelli, assolve comunque tutte le funzioni per cui l’avevo comprato all’epoca? Certo prima o poi arriverà anche per me il momento di aggiornare l’hardware, ma non è questo. Certo mi piacerebbe provare le nuove features, ma per telefonare, accedere a internet, giocare e perfino a volte lavorare, al mio caro vecchio 4 non manca nulla!


  1. Questa ricerca è vecchia, al momento ho trovato poco di più aggiornato, e mancherebbero comunque i numeri assoluti del venduto in circolazione. 
  2. Il vero problema di Apple –ironicamente parlando– è che ci ha abituato troppo bene. 
  3. Ho imparato ad accendere e spegnere i servizi in caso di necessità e ho configurato le impostazioni per risparmiare, ma ehi! chi non lo fa oggigiorno? 
Standard
Design

YouApp del Banco Popolare

Parliamo della versione per iPhone, anche se le considerazioni sono abbastanza trasversali a meno di piccole differenze tra un sistema operativo e l’altro.

Pro

  1. c’è, finalmente! (anche se scrivo molto in ritardo: mea culpa, ma volevo provarla bene prima di parlarne)
  2. tutte le limitazioni dell’accesso mobile al sito semplicemente non esistono ed è quindi possibile eseguire praticamente tutto

Contro

  1. partiamo dalle cose banali: l’icona. Il banco popolare non ha un marchio che spicca per bellezza, ma è comunque molto riconoscibile ed iconico. Perché quindi fare una icona con quella scritta lì sotto che non si legge niente? Ripetendo perfino l’icona mignon a colori come da brand manual!
  2. navigazione: fa veramente pena. È molto difficile orientarsi all’interno dell’app e ci sono almeno 3 menù in diverse parti dello schermo (forse c’è anche qualcos’altro che non ho ancora notato) e questi non si trovano immediatamente, anzi li si scopre un po’ alla volta e non sempre è subito chiaro a cosa servano. Questo problema di usabilità che influenza negativamente l’esperienza utente dipende principalmente da…
  3. grafica incoerente, poco coesa, realizzata male, che cerca di simulare il reale, ma lo fa in maniera catastrofica (fogli spiralatimappe stradali con le pieghe?? post-it e font handwrite???)
  4. merita un punto a parte il tesseract del potere, abbastanza scomodo da usare perché si vedono (ovviamente) solo 3 facce per volta e le rimanenti, benché di minor rilevanza rispetto al login, se usate, vanno mandate a memoria per non doverle ricercare tutte le volte (non l’ho ancora usata, ma pare ci sia una calcolatrice… ma siamo seri?)

Chiaro che i punti “contro” qui descritti sembrerebbero banali in confronto alle cose che è possibile fare con questa app, ma oggigiorno non tenere conto dell’esperienza complessiva dell’utente, e quindi anche dell’appagamento derivato dall’utilizzo di qualcosa di bello e semplice– è un fattore determinante. Senza contare la miriade di esempi pregiati all’interno dello stesso ambito (basta fare una ricerca per app correlate). Mi rendo anche conto che tra l’usare un’app fatta male e non averla affatto chiunque si scomoderebbe, ma personalmente mi sento un po’ preso in giro, proprio perché sono obbligato a fare una fatica che era facilmente evitabile.

YouApp [iTunes]
Servizi on line [Gruppo Banco Popolare]

Standard
Design, iPhone

Mappe

Da ieri Google Maps è tornato sui nostri iPhone, scalando velocissimamente le classifiche anche grazie ai –veri o presunti– errori dell’ultima concorrente arrivata nella topografia, che a sentire in giro le voci non ha riscontrato molto successo (ma che se la provi qui da noi in Italia non ha quasi nessun problema, anzi era perfino migliore delle vecchie mappe… fin’ora).

Pare addirittura che la versione iOS sia nettamente migliore di quella Android, e non sono io a dirlo: questo mi fa pensare che la concorrenza sia un bene, che questa non sia una “sconfitta” per Apple perché iOS è proprio quello che desideravo per un telefono, anche se Apple cerca –lo ha sempre fatto, a partire dall’hardware– di fare lei tutto in casa, che è una piattaforma sicuramente un po’ vincolante, ma se sai destreggiarti allora sforni “the best-designed maps app on any platform“!

Unica nota negativa per Google: l’icona, che è proprio banale se paragonata a tutte le altre dei vari servizi che sono strepitose e su cui è stato fatto un lavoro eccezionale.

Standard