User Interface

Ivericks

Lo so che arrivo tardi, ma Ivericks di Stu Crew mi ricorda moltissimo qualcosa che avevo già visto

Un altro nuovo concept di Andrew Ambrosino.

Standard
GUI, User Interface

Tutto molto bello…

Ho già avuto modo di discutere IRL e online le apprezzatissime novità di Windows 8, dall’interfaccia alle innovazioni (e guai a chi le critica ;), ma come giustamente ha fatto notare Filippo, la vera natura dell’OS è quella che non spaventa i vecchi utenti…

Winzoz colpisce ancora…

Standard
Browser, Re-Design, User Interface

“Their” dream browsers

Leggo oggi su iA l’articolo Designing Firefox 3.2 e mi ricordo di aver letto altri articoli simili su Liquidicity/GoSquared (Our dream browser, A Little More on Our Dream Browser).

dream-browser

Mi piace molto l’idea di un browser che assomigli ad un “media center” della propria vita digitale, e molte possono essere le migliorie da introdurre.

Contrariamente ad una delle strade recentemente tracciate da Chrome (ed a ruota da Safari4), le tab possono non essere così importanti come sembrerebbero: io ne uso parecchie (10+), ma c’è anche chi ne apre contemporaneamente assai di più, rendendole de facto scomode (chiusura accidentale, non lettura del titolo, etc).

I “top-site” che tengono conto del numero di visite e dell’utilizzo di un determinato sito nel tempo, quasi come aveva introdotto Opera già da un bel po’, mi sembrano una trovata che snellisce di molto la navigazione.

Anche una URLbar interattiva mi semrba molto comoda (cosa che va un po’ dalla parte di Ubiquity per FireFox; le due cose non potrebbero andare insieme, no?).

Mi piace molto anche l’ipotesi di avere una chat/twitter integrata per mandare i contenuti (link, immagini, etc.) ai propri amici/coworkers.

E perché non introdurre i default un buon client FTP, non solo per amministrare i download, ma anche per l’upload di file sia verso amici, sia su i server, soprattutto dopo l’itroduzione di Bespin (“Panic” Coda docet).

CoverFlow possiamo anche lasciarlo perdere…

Standard
Re-Design, User Interface

2.7 WP icons consideration

Oggi redesign sia per WordPress che per Google Reader… sarà una giornata all’insegna del test.
Questo articolo è un po’ datato: era nelle mie bozze da ‘mo, ma lo pubblico lo stesso perché ci sono alcune considerazioni che non dipendono dal “tempo” in cui mi sono venute in mente.


Si “era” da poco conclusa la votazione per eleggere il set di icone di partenza da cui partire a sviluppare quelle per la prossima release di WordPress.
Anche io ho partecipato e votato.

Sono soddisfatto del risultato, anche se mi sento in dovere di sottolineare alcune cose.

Innanzitutto avevo votato per la proposta denominata VS. Mentre il vincitore sarebbe arrivato al 2° posto per quanto mi riguardava, per i motivi di cui adesso vorrei spendere un paio di parole.

Tra le domande della Icon Survey, una chiedeva esplicitamente di votare per l’icona della DashBoard; tra le proposte c’erano delle casette, dei cruscotti e solo una finestra a pannelli.
Adesso, lo so che l’icona della “casa” indica inequivocabilmente la HOME, ma la DashBoard di WordPress non è la HOME del sito, ma il suo backend. A questo secondo me va aggiunto il fatto che il termine HOME è proprio sbagliato –linguisticamente parlando– per indicare la pagina iniziale di un sito (che poi sia entrato in voga nel linguaggio comune sta bene e pure io lo uso, ma sarebbe utile tentare di trovare anche delle alternative per non rimanere fossilizzati su soluzioni sbagliate, anche se condivise, quando potrebbe esistere qualcosa di meglio, no?).

Per gli articoli, la maggior parte ha optato per dei Post–it, per la puntina o per l’accoppiata dei due.
Tralasciando il segno di paragrafo, che trovo una soluzione un po’ ardita, anche se a ben vedere ha le sue ragioni, mi pare riduttivo –e quindi brutto– usare un “foglietto” o una puntina per indicare gli articoli; sembra qualcosa di “attaccato lì”, mentre invece non lo è (o non dovrebbe esserlo, a meno che le persone non cancellino volutamente i propri testi dopo averli scritti, ma non mi sembra che qualcuno si sia mai autocensurato).

Molto bella invece l’icona Media, con le note e la macchina fotografica, la migliore in assoluto, su questa non avevo dubbi.

I Links sono praticamente tutti uguali, anche se la versione vincitrice è troppo tonda, non sembras più una catena (stesso discorso, la ).

Infine la “freccina” bianca per indicare l’elemento selezionato, quella a sinistra di “Add New”, sembra un errore, come se il <div> non fosse chiuso correttamente…


Aggiornamento

Come era stato anticipato, il vincitore della Icon Survey sarebbe stato risistemato, ed ecco qui la versione definitiva per gli utenti @wordpress.com. Alcune cose sono state sistemate, vedi i “Links”, altre sono rimaste invariate: le mie considerazioni rimangono, soprattutto sull’uso del termine “Home”, linguisticamente scorretto non solo per il backend/dashboard, anche se utilizzato e capito indistintamente da tutti.

Qualcuno si è fatto la sua idea sulla nuova interfaccia? Avete partecipato attivamente al sondaggio sull’interfaccia e, se si, che cosa avevate scelto?

Standard
User Interface, Windows

Andate a quel paese… si, in Egitto

Cairo è (solo) una Mac–style GUI 4 Windows?

Si vedrà se è solo una grafical user interface o se può effettivamente risolvere qualche problemino, anche solo di user–experience.

Per ora gustatevi la barra “Start” in alto e le finestre Leopardate.

L’HUD–Explorer (qui per info).

La funzione Cover–Flow.

Ed anche Spaces.

Questa sezione in basso deve essere un app–launcher tipo Spotlight, integrato nella barra di “Start”.

Ma come si fa, dico io!
Compratevi un Mac piuttosto…

Standard