TV

Il casco

Il casco impedisce sempre a The Mandalorian di diventare come gli altri…

Episodio 6, l’uomo con la mazza @1400calci

Dal primo istante del primo episodio della stagione 1 ho subito pensato che il casco del mandaloriano servisse proprio a farci immedesimare: noi siamo il mandaloriano.

Standard
TV

Curiosa coincidenza grafica

Ricevo e pubblico: il “solito” amico mi segnala altre “curiose coincidenze grafiche”.

Tutti abbiamo in mente la fortunata serie di gangster The Sopranos.

02_sopranos

Geniale e fortunata la sostituzione della lettera “r” con la silhouette di una pistola automatica.
Da subito è evidente che prima o poi ci scapperà il morto, o quantomeno che ne vedremo delle belle (di sparatorie).

Un po’ meno efficace l’uso che ne viene fatto per uno sceneggiato francese…

02_comandante-florent

Dai, un francese con la pistola non è credibile! (escluso la Pantera Rosa).

L’amico mi fa anche sapere che potrebbe tirar su una tesi con tutto il materiale che ha recuperato negli anni universitari. Io gli ho subito dato appoggio: una tesi che analizza il sottile confine che divide l’interpretazione dal plagio è molto interessante. Se qualcuno avesse del materiale e volesse partecipare attivamente può farlo pervenire a me (commenti, mail e quant’altro…)
Standard
Tipografia, TV

NUM3RI

A costo di apparire a corto di idee, ho scelto questo titolo per l’articolo perché mi piace tanto il telefilm in questione.

Mi piace perché, seppur paradossale e poco realistico, ho avuto l’onore di conoscere matematici e fisici –senza tutte le malattie sociopatiche di cui sono affetti alcuni protagonisti– che vogliono arrivare a conoscere la realtà fin nel più profondo Mistero.

Ma, aspetto televisivo a parte, ricordo che da subito mi aveva colpito l’artificio grafico utilizzato nel titolo: NUMB3RS, con il tre al posto della E.
Idea semplice ed altretanto geniale; in un matter d’occhio hai la –giusta– percezione che i numeri e la statistica, le leggi della fisica che reggono il mondo, fanno la parte del leone nel programma.

Ieri, ma anche stasera, ho notato un’altro caso analogo. E sempre con la lettera E per giunta (questa volta minuscola e=9, nove, sempre capovolto).

Da dove nascono queste trovate? non semplicemente dalla somiglianza tra caratteri alfanumerici. Dietro ci sta anche tutto un mondo che affonda le sue radici nella costruzione di linguaggi e di codici per crittografare frasi, parole e documenti. Codice Morse, Codice Mercury, guerre e linguaggi segreti un po’ paranoici stile Codice Da Vinci. Questo linguaggio che usa mischiare numeri e lettere, è diventato un’icona (e forse anche un po’ indice) in quanto suscita subito in chi lo percepisce un forte senso di intrigo, spionaggio, trame nascoste… e pertanto si addice con successo ai suddetti programmi televisivi.

Bisognerebbe saperne di più: estremamente affacinante!

Aggiornamento

I blogger cinesi scrivono in codice per evitare la censura.

Standard
TV

La teoria del “Big Bang”

The Big Bang Theory

Se il cinico e dissacrante dottor House è fra i vostri preferiti, se non avete mai perso una puntata di Scrubs, e se avete nostalgia di Flash e della prima serie di Star Trek, allora la storia dei nerd cervellotici e pieni di problemi di carattere sociopatico che non possono rinunciare all’Halo del mercoledì vi farà certamente piacere.
L’importante è che almeno abbiate vito Tron…

Credo che presto avrò una crisi d’astinenza.

Standard
TV

Secondo voi

secondo-voi.jpg

Oggi voglio segnalarvi un programma televisivo che a parer mio è molto interessante, soprattutto per quanto riguarda i contenuti (la grafica fa paura, era molto meglio quella di prima): Secondo Voi.

Ho l’occasione di vederlo, su Italia 1 a mezzogiorno, perché spesso per tal ora sto tornando a casa per far da mangiare. Giorno per giorno vengono affrontati i temi di attualità più interessanti o scottanti (la benzina, le tasse, l’inquinamento, i pendolari) tramite delle mini–inchieste nelle principali città italiane, ma cosa assai più bella, vengono commentati in maniera chiara, con un linguaggio semplice e diretto.

Personalmente ritengo il presentatore, Paolo Del Debbio (giornalista, scrittore e docente di Etica ed Economia all’università IULM di Milano), una persona molto intelligente se è proprio lui che scrive i commenti, ma questo è un mio parere: a voi scoprire se è veramente così consultando i video delle diverse puntate presenti sul sito internet.

Standard