Altro

Mi intrometto

Poche volte mi intrometto nel naturale corso degli articoli, e quando lo faccio è perché c’è qualcosa che mi tocca profondamente.
Tutti voi sapete certamente cosa è accaduto a Eluana Englaro, tutti i media ne parlano continuamente.
Io per primo so ben poco di tutta la faccenda, filtrata attraverso le dicerie di telegiornali e quotidiani, ma mi permetto di fare alcune considerazioni, semplicemente usando la ragione e il cuore.

Personalmente non potrei mai smettere di nutrire una persona; un po’ come smettere di dare il latte a un neonato! Piange, eccome se piange.
Anche Eluana soffrirà, il suo corpo ha comunque bisogno di nutrimento.

Ma la cosa che più mi fa paura è che il padre di Eluana, sostenendo di fare il bene della figlia (nessuno sa qual’è il suo bene all’infuori del buon Dio), lotta da anni per farla morire.

Se proprio vuoi che la tua bambina smetta di vivere, che sia fatta la tua volonta, ma prenditela in casa! Non infischiartene, così non stai facendo il suo bene, ma ti stai liberando di un peso di cui non hai più interesse!
Prendila in casa e toglile le cannucce, accudiscila, somministrale i farmaci di cui avra bisogno quando cominceranno le convulsioni per la fame! Abbi cura di lei te stesso, e non lasciare il “lavoro sporco” agli altri, alle leggi, agli ospedali…

Spero con le  mie parole di non aver offeso nessuno, stavo per aggiungere anche un “vigliacco”, ma sarebbe un insulto ingiustificato e quindi mi scuso di averlo anche solo pensato.
Standard

6 thoughts on “Mi intrometto

  1. Albe ha detto:

    Pensa che il mio punto di vista è esattamente l’opposto.
    Non sono una persona cattiva, anzi. Ma sono dell’opinione che Eluana sia andata avanti anche troppo. Povera, lei non è cosciente e mai lo sarà. Non soffrirà e di questo ne si è certi. Scientificamente. Il suo cervello non potrà mai più riprendersi e di questo ne si è certi. Scientificamente. Non potrà provare dolore di nessun tipo, e di questo ne si è certi. Scientificamente.
    Non possiamo giudicare il padre. Non si è in grado, non siamo nella posizione.
    Mettiti nella situazione di un padre a cui dicono, provino, accertino che tua figlia non si sveglierà MAI da quel coma… quanto andresti avanti? Io farei la stessa cosa. Lasciatela morire.. e direi di più. Fatelo velocemente, senza smettere di darle da mangiare… lì sì che sarebbe una morte atroce (a vedersi). Piuttosto gli farei una puntura di qualcosa e che sia finita e in pace all’anima sua.

    Ci sono cose che molti giudicano senza sapere realmente cosa c’è sotto. Credo che se a Luana gli fosse data 1 possibilità su 1 miliardo di risvegliarsi… credo che il padre sarebbe il primo a non farla morire.

    C’è stato anche un dottore che trasportò Eluana da un’ospedale all’altro che restò senza parole a vedere com’era ridotta. Disse che non si poteva immaginare com’era Eluana, ben distante dall’immaginirio collettivo che tutti noi ci siamo fatti. …. Noi ricordiamo solo le foto di una giovane e bella ragazza. Ora non è così.
    Purtroppo il corpo continua a restare in vita ma è completamente staccato al cervello. è sì viva. ma VIVE? VIVRà? nel senso lato della parola? sarà ancora felice un giorno?
    Purtroppo no. Scientificamente provato.

    Alberto

  2. spiritofstluis ha detto:

    mi dispiace ma non sono d’accordo.
    Questo è un lavoro da ospedale non ci sono storie, la legge dice così.
    Apro però un’altra provocazione: avete letto la sentenza della C.dA. di Milano. Oltre ad autorizzare la morte di Eluana descrive come questa deve avvenire. Chiedo allora due cose:
    1 che stato è quello che decide se una persona può morire e come deve farlo? (lo stato Italiano ci opprime dal giorno in cui nasciamo, e ora pretende di farlo anche nel giorno in cui moriamo?)
    2 dato che “quella di Eluana non è vita” se io andassi a Udine e sparassi al corpo della poveretta sarebbe omicidio?

  3. Gio ha detto:

    @Alberto, non si è certi “scentificamente” di niente: provami, con prove scientifiche, che tua madre ti voglia bene (sto ipotizzando tu abbia dei genitori che ti han voluto, e non come a volte accade “per sbaglio”, spero di non fare alcuna gaffe, in tal caso mi scuso dell’esempio, ma è il migliore in questo caso).
    La domanda la lascio in sospeso qui, ma dubito che tu possa provarmelo. “Scientificamente”, almeno, non puoi (per “fede” forse si).
    Leggiti questo articolo “scientifico”, non centa niente l’argomento, ma apre le “possibilità”… (articolo stranamente rimosso, ecco una copia tratta dal mio reader).

    @SpiritOfStLuis: anche la mia era una provocazione, quello per me è un lavoro che “non s’ha da fare”… neppure in ospedale, altrimenti “non ci sarebbero storie”, la legge dice che “deve” morire… e per me è questo ciò che c’è di sbagliato.
    Tutto il resto diventa “sbagliato” perché erronee sono le premesse.

    Un extra di Avvenire di mercoledì, ricevuto per mail.

  4. spiritofstluis ha detto:

    @albe:
    1 non è vero che non soffrirà, non si sa se soffrirà o no questo dice la scienza.
    2 non è vero che non si sveglierà mai esistono archivi pieni di persone che si sono svegliate da situazione di coma permanente

  5. Già, siamo talmente “sicuri” che non soffrirà, che per scrupolo gli sommnistriamo dei sedativi, per non farle sentire dolore.

    Un po’ controversa la facenda, non trovate ?

  6. Albe ha detto:

    Sì, avete ragione. Mi sono attenuto a quello che i medici dicono. A quanto pare l’incidente che ha fatto 17 anni fà ha avuto delle conseguenze tali da far credere ( e se lo dicono loro) che Eluana non potrà mai risvegliarsi. In nessun caso ho sentito dire che ci fossero possibilità di risveglio, neanche una. Se no sarei tutubante anche io sul lasciarla morire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...