Advertising, Video

Zombie

Non posso negare che mi piaccia la televisione –per me dovrebbero fare un po’ più film e cartoni ed eliminare una serie di reality e molta altra spazzatura che inquina le teste delle persone–, ma a volte si sfiora il ridicolo.

Come in questo caso [via immersion@P.O.V.]

Il video del New York Times da cui sono state prese le immagini è molto interessante, guardatelo.

Ricordo che in università, qualche anno fa, un docente ci aveva fatto vedere un lavoro analogo, sempre prendendo in esame dei bambini (molto più piccoli), fatto però con i semplici programmi televisivi e non i videogiochi, ma il risultato non era molto differente.

Aggiornamento

Grazie alla gentile disponibilità del professor Paolo Landi, sono riuscito a recuperare il video in questione che potete visionare di seguito. Emblematico il nome: “evidenza”. Ulteriori informazioni sono reperibili al sito koyaanisqatsi.

Avevo già fatto vedere altri spot analoghi, ed espresso il mio parere –negativo– a riguardo…

Aggiornamento 2

Oggi ho trovato questo lavoro di Mr Toledano: bello.

 

Standard

3 thoughts on “Zombie

  1. Gio ha detto:

    Volutamente non scrivo nel testo dell’articolo questa considerazione, ma alcune espressioni sembrano degli “orgasmi” e alcuni rumori dei videogiochi in sottofondo esaltano ulteriormente questo aspetto…

  2. Pingback: Facce da videogioco « Bread Butter ‘n’ Rock&Roll

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...