Marketing, Video

Ma è di fianco a dove lavoro!

Vedo questo video un po’ in ritardo su NinjaMarketing e rimango molto stupito quando riconosco, poco dopo la metà, la stazione di Porta Genova di Milano.

Va bhe, Milano, certo! all’inizio c’è TVBoy, dove vuoi essere, a Timbuctù? Per un po’ ha lavorato dalle parti della Bovisa e Novate, forse ha fatto pure PoliDesign…

Ma poi vedo anche “Obey” e riconosco il manifesto che è appeso pochi portoni accanto a dove vado a lavorare in via Vigevano: “Think & create / Paint & destroy”.

Pazzesco!

Non l’avevo ancora notato: ci passo davanti per andare a mangiare in pausa pranzo. Domani faccio più attenzione a vedere se ci sono ancora le “cornici” di StreetMuseum, du cui il video testimonia l’azione di guerilla la notte dello scorso 2 ottobre.

La Street Art non può essere chiusa in un museo, [e così] vogliamo realizzare il più grande museo italiano di Street Art, lasciando però le opere lì dove si trovano, nella strada, dove sono state create.
Street Museum sarà il primo museo on line a cielo aperto le cui opere, corredate di schede informative sugli autori, saranno localizzabili lungo tutta la penisola grazie alle mappe di Google.

Questo il “manifesto” dell’iniziativa, staremo a vedere che ne verrà fuori.

Standard

4 thoughts on “Ma è di fianco a dove lavoro!

  1. Già…un’iniziativa marchiata Tim Tribù…quella era la campagna di Guerrilla volta a promuovere il lancio di questo fantastico museo all’aperto.

    Si, proprio cosi: la Street Art per sua natura non può essere chiusa all’interno di 4 mura…ma al tempo stesso ha gli stessi diritti delle tele che popolano i musei di tutto il mondo, perchè anch’essa è arte (d’avanguardia, ma pur sempre arte…).

    Allora si è pensato di creare il primo museo on-line User Generated che raccogliesse tutta la Street Art che troviamo nel nostro territorio. Detto fatto…nasce lo STREET MUSEUM, che entra a far parte del più ampio progetto, che è lo Street Academy di casa Tim Tribù.

    Pensate che ognuno di noi che si imbatte in un’opera di Street Art solo fotografandola e inviandola (via MMS o caricandola sul sito) può parteciapare attivamente alla crescita di questo nuovo museo (oltre a concorrere alla vincita di premi).

    Inoltre queste opere vengono localizzate su Google Maps, creando un vero e proprio itinerario artistico che riprende tutte le tappe segnalate dagli utenti.

    Un vero tour all’insegna della Street Art.

  2. Gio ha detto:

    Maddai?! E tutto ciò da che cappello lo hai tirato fuori?
    (per non parlare poi dei soldi che per vie, anche traverse, ritornano a Tim…)

  3. Pingback: Urban Curators « Bread Butter ‘n’ Rock&Roll

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...