Advertising, Video

All together now

Dai, una cosa buona su Tim –ultimamente– posso anche permettermela.

Questo spot a me è piaciuto, checchè se ne dica.
L’idea è proprio bella:

“dove tutti vedono solo cellulari, noi vediamo qualcosa di più: –sottinteso– persone”.

[che poi lo facciano davvero è un’altra questione, ma ho premesso che stavolta non sarò critico, non troppo almeno]


Dopo sono arrivate tutte le varie alternative, che riprendono la “personificazione” del cellulare e la estendono: con il cellulare siamo tutti in comunicazione… ad personam.

Poi la catastrofe.

Ma cosa mi sigifica?! ma ti pare di usare l’immaginario tipico degli anni ’60 e dei “figli dei fiori” (o Hippie) per supportare l’idea della “community”?
Qui qualcuno si è fumato qualcosa: si, il cervello… cosa credevate?

Almeno sembra abbiano imparato dai loro “orrori”.

Ecco infine gli ultimi spot per supportare la modifica delle tariffe di cui tanto si è parlato.

Rimanendo sul piano delle considerazioni da movie–designer, gli spot si fanno notare; danno quasi fastidio perché in una immagine con delle persone andiamo subito a cercare i volti: vederne metà, tagliati fuori dallo schermo, disorienta.
E cattura. Tanto da non riuscire quasi a guardare da un’altra parte: vuoi vedere cosa succede perché non è una cosa normale.

[peccato solo per il cameo de “i Cesaroni”, potevano risparmiarseo]
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...