Amici

La prima volta della terra

Stamattina, durante la pausa caffè, Iachi mi ha raccontato un pezzo di un documetario che ha visto appena sveglio: Apollo 8.
Desidero riproporvelo.

Perché tale lancio era importante? Era la prima volta che si mandava un equipaggio in orbita, prima attorno alla luna e successivamente attorno alla terra.

Immaginate adesso di trovarvi su quel razzo.

L’uomo ha sempre cercato qualcos’Altro che spiegasse i misteri dell’unverso e che tenesse conto di tutto ciò che esiste: la luna, evidentemente, ha sempre avuto un ruolo di primo piano.

Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai,
Silenziosa luna?
[…]

Canto notturno di un partore errante dell’Asia
Giacomo Leopardi

La navicella raggiunse l’orbita lunare la vigilia di Natale del 1968 e, durante l’operazione, gli astronauti lessero questo brano della Genesi (vi consiglio di osservare attentamente la fotografia):

1,1 In principio Dio creò il cielo e la terra. 2 La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque. 3 Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu. 4 Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre 5 e chiamò la luce giorno e le tenebre notte. E fu sera e fu mattina: primo giorno. […]

Genesi 1,1-2,4

L’uomo, che in passato aveva sempre alzato gli occhi al cielo e aveva cercato la luna, per la prima volta vede… guarda la terra. Un punto colorato e luminoso nel buio dello spazio vuoto: cosa buona.

Riuscite ad immaginarvelo?

Standard

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...